Chiara Dionigi

Mumma.arsomiglio-mumma-black

Assisana di nascita e discendente diretta di quel lupo che parlò con San-Francesco, Chiara Dionigi manifesta fin dall’infanzia la tendenza alla carità ed al misticismo tipica della sua terra, fondando, nel 1994, la prima comunità di recupero shaolin-francescana per animali mutanti extracomunitari sniffatori di colla, nella quale insegna alle povere creature in difficoltà a cucire abiti pittoreschi ed a parlare coi santi.

Nell’autunno del 2001, in seguito al crollo delle torri gemelle e ad una breve serie di significativi dialoghi con lo spirito di Bruce Lee, decide di abbandonare il tempio per dedicarsi al terrorismo di matrice zen. Con solo una valigia di abiti impossibili, una collezione di riviste vintage e qualche panino vegetariano, decolla a bordo di un colorato pallone aereostatico per girare il mondo e sganciare sulle maggiori capitali occidentali bombe-zen dal devastante potere metaforico.

Ma, in un eccesso di fervore kamikaze, si schianta con la mongolfiera sulla basilica di San Pietro, col risultato di farsi sequestrare il pallone dalle guardie svizzere e procurarsi un discreto trauma cranico, che la lascerà confusa per molti anni tanto da farle credere di essere meramente umana.

Liberatasi dagli autoinganni di natura traumatica grazie ai terapeuti dell’Associazione Fiorivano le Viole, inizia con loro una profiqua collaborazione rivoluzionaria, dando vita – assieme al noto artista extraterrestre Francesco Capponi – alla bottega di Braccia Rubate, che diventerà in pochi mesi espressione dell’eccellenza umbra nella produzione di esplosivi asintomatici e polo attrattivo per ogni genere di strane entità creatrici.

creature:

collage.

collage – Mammalia.

i disegni di Mumma.

– Mostrini.

Scatole Mondane.

i Santini di Mumma.

libri.

quaderni.

collage su spilla.

laboratori:

rilegatura.

timbrogli.

contatti:

chiaradionigi.tumblr.com

flickr.com/mumma

mummamumma@gmail.com

Annunci

6 thoughts on “Chiara Dionigi

  1. Pingback: cicli e ricicli |

  2. Pingback: Fiorivano le Viole nei luoghi di don Matteo |

  3. Pingback: E’ iniziata Alchemika! |

  4. Pingback: Mille occasioni di sporcarsi le mani |

  5. Pingback: Abbandonare le foto è un atto d’inciviltà. |

  6. Pingback: Dentro al vino fino al midollo. | RossoDiSara – Quando le donne bevono vino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...