Mille occasioni di sporcarsi le mani

10169449_10203996532340641_6491733688859881623_n

foto di Francesco Bicchieri.

Dopo la rinfrancante esperienza del festival Alchemika, nel familiare contesto di struzzi giganti, donne topo e bolle di sapone, i Creativi di BracciaRubate non si mettono con le mani in mano (era un po’ che lo volevo dire) e propongono una serie di laboratori ed attività ludiche, che ci pareva necessario riassumere (cliccando sulle locandine il rimando alle specifiche pagine):

rilegamiDomenica 18 Maggio inizia la parte sperimentale del laboratorio sulla stenoscopia di Francesco Capponi e tutti ci auguriamo che questa volta, per una volta, ci sia il Sole.

Riparte il laboratorio di Chiara Dionigi, dove la tecnica del collage – della quale è rinomata esponente – sarà applicata alla realizzazione di copertine per quaderni e libri, associando il tema della rilegatura a quello della legatura e dell’erotismo: dal 23 Maggio 3 incontri utili, imperdibili e sensorialmente stimolanti.

FNM-locandina2-WEBIl Signore dei Mostri Zolletta è eminenza grigia della tradizionale Festa Nazionale dei Mostri del II Giugno.

Una giornata dedicata all’ozio, ci si augura, dove maestri illustratori e poeti laureati, insieme ad amatori e perfetti incapaci, si troveranno a disegnare o scrivere Mostri su Mostri, che invaderanno via Cartolari e forse il mondo. ROBOTOLOGICA-laboratorio guidato-WEBInoltre caccia al tesoro mostroide per under 40, la camera oscura ed il set di posa del F.R.A. attivi a fare Arsomigli a tema mostruoso ed a sperimentare altre forme di mostrografia. In serata aperitivo e secret concert in bottega. Ah, già, ci sono anche i favolosi Mostri volanti invisibili di Zolletta!

Il 5 Giugno inizia il laboratorio guidato di ROBOTOLOGICA di Fabrizio Bellini. Saranno sei incontri a numero chiuso in immersione nella materia e nella psiche, nella tecnica d’assemblaggi0 e nella poetica della rinascita, sviluppando temi scultorei fra i più vari, cercando l’interazione senza troppe parole, con un approccio non molto accademico, all’ormai temutissimo grido di SPORCATI LE MANI, PULISCI LA MENTE!

Per concludere, sabato 7 Giugno i creativi di BracciaRubate coi colleghi delle altre botteghe di Fiorivano le Viole inaugurano una collettiva al dA-Co di Terni. Che c’entra? Be’, anche lì saranno proposti laboratori e performance! Di sicuro c’è la ventiquattrore robotologica del Fab, gli acquarelli di Massimo Boccardini e, gira voce, l’Afghan Box Camera!

Poi dite che gli artisti sono sognatori!

Annunci

Fiorivano le Viole nei luoghi di don Matteo

don matteo-articolo

In attesa di raccogliere ed organizzare le foto dell’azione performativa di Mastro Zolletta al Gran Falò dei Curriculum del primo maggio, ecco una galleria dei laboratori svolti dai creativi di Fiorivano le Viole durante l’evento Spre.k.o. – la festa di cittadinanzattiva tenutasi a Spoleto dal 2 al 4 maggio.

Fabrizio Bellini ha portato il laboratorio aperto di ROBOTOLOGICA, Chiara Dionigi quello di carta e rilegatura mentre Francesco Capponi, maledetto da Apollo, ha tentato quasi invano di fare cianotipie. Il clima è stato crudele, a tratti infame, i raggi di sole contati sulle dita di una mano, inficiando non poco il buon svolgersi di un evento ricco di laboratori, conferenze, incontri ed eventi interessanti, nel bellissimo contesto della rocca albornoziana (che fino a pochi anni fa era un carcere).

Assieme ai nostri, c’erano i rappresentanti di tre delle botteghe di pittura di via della Viola, i maestri Maurizio Pulvirenti, Massimo Boccardini e Josè Carlos Araoz, col loro laboratorio di pittura tridimensionale.

Vabbè, speriamo di poter partecipare anche il prossimo anno, magari senza sciarpe e cappotti (non è che ci lamentiamo, è che era proprio freddo!)

 

cicli e ricicli

Per inaugurare degnamente questo nuovo blog, ecco subito una ricca galleria di opere e situazioni relative ai laboratori di riciclo promossi dal cesvol all’interno del progetto 0 waste e condotti dai creativi di Fiorivano le Viole.

In particolare, immagini del laboratorio Carta condotto da Chiara Dionigi, incentrato sulle tecniche di rilegatura delle quali è maestra (date un occhio ai suoi quaderni, se non ci credete) e del primo laboratorio guidato di ROBOTOLOGICA diretto dal GMR Fabrizio Bellini, che ha prodotto, fra l’altro, un pannello robotologico collettivo – emozionante e riuscitissimo esperimento – dedicato al circo e ad Alchemika.

Oltre che portare avanti l’importante ed attuale tema del riciclo e promuovere la libera espressione creativa, i laboratori sono serviti a stringere nuove amicizie e far crescere quelle già esistenti in quella che è, per noi BR, la migliore dimensione di socialità, ovvero quella vissuta tenendo occupate le mani ed i sensi.