Alcatraz in Viola!

Laboratori creativi di Fiorivano le Viole al Festival dell’Immaginazione.

Alcatraz1 (1)Sui verdi prati di Alcatraz, alcuni dei prodi creativi di Fiorivano le Viole hanno rincorso il semprevivo fantasma di Andrea Pazienza alla ricerca di una danza spontanea che potesse unire arte e socialità, coinvolgendo i presenti nelle calde ombre dell’assemblaggio e della pittura. Primi pomeriggi ricchi d’interazioni, chiacchiere, scoperte. Laboratori senza maestri ed allievi, veicolo di esperienze e passioni. Piccoli spazi senza mura a fare da contrappunto alle interessantissime lezioni. Piccoli artisti quasi anonimi felici di scorrere fra i grandi nomi del cartellone e fieri della propria leggerezza: Fabrizio Bellini, Massimo Boccardini ed Elisa Canestrelli (Atelier degli Artisti) animatori di un approccio fluido e naturale alla creatività ed all’immaginazione.

programmawebArtisti insonni a chiacchierare tutta notte attorno al tavolo o dentro la piscina riscaldata, ma pronti la mattina dopo a ricominciare il gioco dell’arte.

Annunci

Noi crediamo nella luce!

inlightwetrust-def-web100BracciaRubate, in collaborazione con lo Studio OKO di Attilio Brancaccio e la pizzeria Pizza & Musica, presenta:

IN LIGHT WE TRUST

Due giorni e una mostra di LightPainting a gogò!

Protagonisti dell’evento sono Giulio (garagolo) Garavaglia e William (yapwilli) Vecchietti col loro progetto Signes de Lumière, contaminazione fra pittura e fotografia nella quale lo strumento tecnologico si fa veicolo di una poetica pura, un immaginario che unisce la realtà del soggetto ritratto – e dello spazio urbano che lo ospita – con una dimensione fantastica ed ironica della quale farsi protagonisti. Angeli, demoni, alieni ed incubi che escono dall’ombra, segnati dalla luce.

Info sul progetto e gli autori.

23 Novembre

Inaugurazione della mostra delle opere di Signes de Lumière alla pizzeria Pizza e Musica di Via della Madonna, 5

L’esposizione introduce quello che sarà il fulcro dell’evento: due intensissimi giorni di Light Painting nel quartiere di Via della Viola!

evento facebook

Sabato 6 Dicembre

Lo studio OKO di Via Cartolari, 14 ospita il workshop di Light Painting di Yapwilli & Garagolo, dedicato a curiosi e neofiti, ma anche a tutti i pittori, i fotografi e gli attori che desiderano confrontarsi con questa tecnica, imparando a disegnare con le luci ed il movimento.

Per prenotarsi ed avere ulteriori informazioni occorre mandare una mail a multiplodiotto@yahoo.it oppure passare a BracciaRubate, in Via Cartolari, 4.

Domenica 7 Dicembre

In occasione del primo mercatino natalizio organizzato dall’associazione Fiorivano le Viole per le vie del quartiere, lo studio OKO ospita una sessione di ritratti in Light Painting, aperta a chi voglia o si trovi a passare, e non abbia paura di farsi avvolgere e trasformare dalla luce.

A seguire, alla pizzeria Pizza & Musica, sarà presentato il video “La Canzone della Mosca“, realizzato da Signes de Lumière su musica di Zolletta.

Il video aprirà la performance musicale della D-Lights Clear Karma Orchestra nella loro prima apparizione pubblica!

evento facebook

Non potete mancare!

L’attesissimo ritorno di OH!PAPER!

Ritorna OH!PAPER, il laboratorio di manipolazione della carta di BracciaRubate, a cura di Zolletta e dei suoi piccoli amici, spostandosi dall’insulso e populista mercoledì ad un più intimo e saggio martedì, giorno della raccolta differenziata della carta. Come sempre tutti sono invitati a partecipare (gratuitamente) in un orario che tradizionalmente si assesta attorno alle 21.30.

S’inizia oggi, ovvero martedì 16 settembre, e si andrà avanti per tutti i martedì fino all’arrivo di una qualsiasi estate.

Grande novità di quest’anno è il controlaboratorio interno di backgamon, durante il quale s’impareranno a costruire tabelloni pieni di splendidi triangoli neri e rossi, a raccogliere sassolini di diversi colori ed a contare fino a sei.

Per questa sera il fin troppo egocentrico meteo informa che sono previsti monopoli, polimoli, pominili, moliponi, monogamie grafiche e poligamie sillabiche. Lo sportivo salto in lungo fra significanti e significati svilupperà saliva che come sudore compenserà l’assenza di senso.

A seguire alcune opere su carta prodotte nei mesi estivi da artisti vacanzieri ma non disimpegnati:

Tutti i Mostri della Festa dei Mostri

La Festa Nazionale dei Mostri è un evento a basso impatto energetico, ovvero è organizzato con programmatica semplicità al fine di evocare un’atmosfera di ozio, gioco e stupore infantile, risultato che sento essersi realizzato…

Seconda edizione, è vero, ma piena di prime volte: il primo emozionante concerto a BracciaRubate, la prima collaborazione attiva con lo studio OKO di Attilio Brancaccio, la prima volta che i rockettari dell’umbria in divisa da concerto si trovano mischiati a famiglie con bambini a disegnare Mostri. Una Festa Nazionale dei Mostri baciata dal sole, una bottega d’arte che si apre fervente al situazionismo di stampo surreale, una sessione di ritratti mostruosi nella quale ognuno ha mostro-gestito la propria parte mostruosa in un vortice d’ispirazione, attingendo accessori qua e là, una caccia al tesoro che ha permesso finalmente ai Mostri di riavere il proprio Re tutto d’un pezzo, una session musicale intima ed atmosferica con le Radiolari – fortemente volute da tutti i creativi di BracciaRubate – in versione semiacustica a mischiare le loro ballate perfette con accenni di canzoni italiane delle più popolari, un dopo festa all’insegna dello sballo consapevole e dell’incontro di animi.

L’unica pecca di tale evento è che ora occorrerà aspettare un anno per rifarlo!

Mostra il tuo Mostro – foto di Attilio Brancaccio@studioOKO, via Cartolari, 14:

Un mostruoso pomeriggio in Via Cartolari:

Radiolari@BracciaRubate:

il dopo festa:

NB: Prossimamente aggiungeremo altre immagini di altri fotografi…

 

Mille occasioni di sporcarsi le mani

10169449_10203996532340641_6491733688859881623_n

foto di Francesco Bicchieri.

Dopo la rinfrancante esperienza del festival Alchemika, nel familiare contesto di struzzi giganti, donne topo e bolle di sapone, i Creativi di BracciaRubate non si mettono con le mani in mano (era un po’ che lo volevo dire) e propongono una serie di laboratori ed attività ludiche, che ci pareva necessario riassumere (cliccando sulle locandine il rimando alle specifiche pagine):

rilegamiDomenica 18 Maggio inizia la parte sperimentale del laboratorio sulla stenoscopia di Francesco Capponi e tutti ci auguriamo che questa volta, per una volta, ci sia il Sole.

Riparte il laboratorio di Chiara Dionigi, dove la tecnica del collage – della quale è rinomata esponente – sarà applicata alla realizzazione di copertine per quaderni e libri, associando il tema della rilegatura a quello della legatura e dell’erotismo: dal 23 Maggio 3 incontri utili, imperdibili e sensorialmente stimolanti.

FNM-locandina2-WEBIl Signore dei Mostri Zolletta è eminenza grigia della tradizionale Festa Nazionale dei Mostri del II Giugno.

Una giornata dedicata all’ozio, ci si augura, dove maestri illustratori e poeti laureati, insieme ad amatori e perfetti incapaci, si troveranno a disegnare o scrivere Mostri su Mostri, che invaderanno via Cartolari e forse il mondo. ROBOTOLOGICA-laboratorio guidato-WEBInoltre caccia al tesoro mostroide per under 40, la camera oscura ed il set di posa del F.R.A. attivi a fare Arsomigli a tema mostruoso ed a sperimentare altre forme di mostrografia. In serata aperitivo e secret concert in bottega. Ah, già, ci sono anche i favolosi Mostri volanti invisibili di Zolletta!

Il 5 Giugno inizia il laboratorio guidato di ROBOTOLOGICA di Fabrizio Bellini. Saranno sei incontri a numero chiuso in immersione nella materia e nella psiche, nella tecnica d’assemblaggi0 e nella poetica della rinascita, sviluppando temi scultorei fra i più vari, cercando l’interazione senza troppe parole, con un approccio non molto accademico, all’ormai temutissimo grido di SPORCATI LE MANI, PULISCI LA MENTE!

Per concludere, sabato 7 Giugno i creativi di BracciaRubate coi colleghi delle altre botteghe di Fiorivano le Viole inaugurano una collettiva al dA-Co di Terni. Che c’entra? Be’, anche lì saranno proposti laboratori e performance! Di sicuro c’è la ventiquattrore robotologica del Fab, gli acquarelli di Massimo Boccardini e, gira voce, l’Afghan Box Camera!

Poi dite che gli artisti sono sognatori!