2012/11/17 – fanculo la morte

vedi:

poesie.

Fabrizio Bellini.

Si ama per somiglianza,

ma chi si ama per diversità?

In memoria di Yzu, che ho amato,

in una notte solitaria. Non c’è

consolazione. Mai.

Solo rotolano i momenti, e nessuno

mi ha amato, ancora. Ed ora forse dovrei

amare io, e sono geloso.

Pulito il mio pensare, di fronte

alla notte. Muoio anche ora,

fanculo la morte.

Non devo avere conforto, mai, e

questo non ha contrappeso, non

c’è bilancia, solo una necessità

divina

davvero,

davvero

trascendente.

17/11/2012 (4.30 circa)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...