2014/08/16 – preghiera

di Fabrizio Bellini.

 

Liberami dal senso dell’attesa,

mio signore

e tu mia cara

aprimi i rubinetti del tuo cuore

prima che m’inaridisca di diffidenza;

e credi nella dolcezza

dei frutti

che, seme,

produrrò.

Ogni atto di fede alla fine

necessita di una verifica

ogni apparizione deve farsi carne

ed io, statua, smettere di piangere

e sanguinare.

Ed ogni demone, preso per le corna,

deve essere domato

e fatto moglie

ed unicorno.

Perciò aprimi il tuo cuore, amore

ed insegnami

a dimenticare l’attesa.

16/08/2014   (1.45 circa   casa di Willi, Paterno, AN)

Annunci