libri di preghiere

Riciclaggio etico.

Opere di Padre Fab.

vedi:

opere teologiche.

opere robotologiche.

carta.

Il Rosario Francescano:

Introduzione: il culto dell’immagine non colpisce soltanto la sfera del mondano, ma l’intera società. E’ facile quindi trovare una certa superficialità formale anche nella sfera del sacro o, viceversa, trovare un’immaginario sacrale e religioso nella sfera della pubblicità. Fondere i due mondi è venuto naturale a Padre Fab, che con questa opera cerca di compiere uno svelamento, nella forse esagerata speranza che le persone inizino a mettere in dubbio il dogma tipicamente cattolico che la fede deve essere cieca e che il senso critico e la ragione le sono, non solo inferiori, ma addirittura avverse. La domanda è quindi: può esistere una fede consapevole? La risposta, frutto di lunga ricerca e di studio è: certo che sì.

Vieni, Santo Spirito.

Introduzione: sfogliando questo libro di preghiere, Padre Fab restò interdetto ed allibito, quasi alle soglie del fastidio, constatando per l’ennesima volta la scialba vuotezza di tante preghiere, le incommensurabili carenze teologiche, le mille contraddizioni, le mille ripetizioni, la quasi totale mancanza di logica filosofica ed il goffo ed infantile sentimentalismo. Possibile che l’unica forza delle preghiere risieda nell’ipnagogica ripetizione di formule vetuste? Possibile che si debba chiedere sempre qualcosa? Possibile che quello che si chiede sia sempre un’astrazione misticheggiante? Possibile che si possa pregare lo Spirito Santo nello stesso identico modo con il quale si prega Gesù, la Madonna o Dio? Non c’è differenza? E se c’è, perchè non viene mai spiegata? Perchè si fa sempre riferimento al mistero ed alla cieca fede, invece di approfondire e dare risposte? Possibile che chi scrive la maggior parte delle preghiere sia sempre un sempliciotto? O forse non lo è, ma crede che gli altri lo siano? Possibile non si possa essere sinceri, invece di trincerarsi dietro le stesse, ipocrite invocazioni e mea culpa? A tali pensieri, Padre Fab venne colto da mal di stomaco e, come sempre gli accade, decise di liberare il suo spirito creativo così da auto-guarirsi. Prese a ritagliare parole da riviste più o meno pop e ad incollarle, da prima con leggerezza surreale, poi con sempre maggiore fervore sacrale, fino ad aggiornare l’intero libricino, in un climax d’ispirazione e significato.

NB

Non c’è alcuna volonta blasfema in tali preghiere, quanto una sincera espressione di fede ed una ricerca del sacro. Se qualche cattolico non è d’accordo o si ritrovi infastidito od offeso, be’, mi perdoni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...