strane camere

Macchine fotografiche, per lo più a foro stenopeico, autoprodotte dai creativi di BracciaRubate e dai loro amici, riuniti sotto la bandiera pirata del F.R.A.

C’è un rapporto interessante fra osservatore ed osservato. Spesso l’osservatore si sente fuori, divinità ultramondana eppure onnipotente, ma il suo occhio, per poter osservare, deve essere qui, nell’inganno del mondo. Molti, di fronte alle innumerevoli immagini prodotte nel/dal mondo, all’infinità di sguardi tutti diversi/tutti uguali, si sono fermati a pensare: e l’occhio? Fermiamoci quindi anche noi qualche attimo allo strumento, perchè lo strumento è il veicolo del nostro divino sguardo sul mondo, un vuoto che trae forma dal proprio essere limitato, circondato, aperto o chiuso, stretto o largo. Lo strumento è la trappola che usiamo per vedere il mondo ed in molti modi è la trappola che c’intrappola nel mondo, checché ne dica il nostro ego. Occhio anima scatola che non ha parola, ma detta le regole metriche del linguaggio stesso, come potenzialità che da passiva si fa attiva, da oggetto a scultura.

 

vedi anche:

gadget – Dippold Pinhole Camera Kit.

gadget – barattoli solargrafici.

performance – Afghan Box Camera.

Francesco Capponi – chair en boîte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...